Barcellona la spunta dopo una gara combattutissima

La Luiss Roma fa sudare le proverbiali sette camicie al Basket Barcellona che, alla fine, riesce a spuntarla con grinta e determinazione, trovando l’apporto del pubblico amico che – nei momenti più ostili – ha fatto sentire il suo calore, risultato alla fine decisivo. Partono discretamente i giallorossi che, dopo avere sbloccato l’incontro, devono abdicare al vantaggio sul ritorno degli universitari. L’equilibrio sul punteggio di 8-8 viene spezzato dai padroni di casa che si portano sul 14-10. A questo punto l’attacco barcellonese si inceppa e riesce a racimolare la miseria di due punti. La Luiss invece segna a ripetizione e finisce il primo quarto largamente in vantaggio (16-23). Il secondo quarto si apre ancora con i romani a segno che allungano quindi sul +9. Barcellona non ci sta e si riporta sotto fino al -2 (23-25). Una tripla di Teghini porta le due squadre in parità sul 35-35. E’ a questo punto che un fallo tecnico fischiato alla panchina giallorossa (in maniera forse un po’ troppo frettolosa) riporta la Luiss Roma avanti e le consente di chiudere al riposo lungo sul 35-40.
 
Il ritorno dagli spogliatoi è una sarabanda di errori, soprattutto in attacco, delle due squadre in campo. Meglio la Luiss che fugge sul +8. Un fallo tecnico fischiato a Scuderi consente a Barcellona di andare in lunetta dapprima con Stefanini che realizza i suoi due tiri liberi e poi con Caroldi che realizza il tiro libero del tecnico. Barcellona accorcia in maniera sostanziale e chiude il quarto sotto di tre punti (46-49). L’ultimo quarto è tutto da vivere. Complice anche un pubblico eccezionale, Barcellona riesce a portare dalla sua parte l’ago della bilancia dell’incontro. Grilli e Sereni suonano la carica e, a sette minuti e mezzo dalla fine, i giallorossi sono sul +3 (52-49). Grilli firma poi la tripla che vale il +6. Sembra ormai fatta, ma la Luiss Roma non demorde e, con De Dominicis, ritrova l’equilibrio sul 57-57. Mancano tre minuti alla fine. Una tripla di Stefanini sulla sirena dei 24 secondi, che si fa perdonare un errore precedente in fase realizzativa, porta Barcellona sul 61-57. Il numero otto giallorosso era stato bravo a propiziare l’azione d’attacco recuperando un rimbalzo su tiro libero. Una tripla di Gay consente ai padroni di casa di allungare. Finisce 65-57.
 
Basket Barcellona – Luiss Roma 65-57 (16-23, 19-17, 11-9, 19-8)
 
Basket Barcellona: Daniele Grilli 20 (6/9, 2/7), Flavio Gay 10 (2/3, 2/8), Giacomo Sereni 9 (3/8, 0/1), Fabio Stefanini 8 (1/2, 1/4), Luigi Brunetti 8 (2/4, 0/3), Michael Teghini 5 (1/2, 1/4), Mattia Caroldi 3 (1/5, 0/1), Luca Pedrazzani 2 (1/1, 0/0), Marco De Angelis 0 (0/1, 0/0), Efe Idiaru 0 (0/0, 0/0)
 
Tiri liberi: 13 / 16 – Rimbalzi: 35 10 + 25 (Giacomo Sereni 12) – Assist: 10 (Daniele Grilli, Flavio Gay, Luca Pedrazzani 2)
 
Luiss Roma: Francesco Veccia 13 (3/4, 2/6), Andrea Scuderi 12 (5/6, 0/5), Piero De Dominicis 11 (4/6, 0/0), Eugenio Beretta 8 (4/7, 0/1), Leonardo Marcon 6 (3/6, 0/2), Antongiulio Bonaccorso 5 (0/4, 1/5), Raffaele Martone 2 (1/4, 0/0), Dario Cefarelli 0 (0/4, 0/0), Christian Di Fonzo 0 (0/1, 0/1), Luca Sanguinetti 0 (0/0, 0/0)
 
Tiri liberi: 8 / 10 – Rimbalzi: 37 9 + 28 (Leonardo Marcon 8) – Assist: 7 (Leonardo Marcon 3)
 
Barcellona Pozzo di Gotto, 4 febbraio 2018
Benedetto Orti Tullo
UFFICIO STAMPA BASKET BARCELLONA